Nuovo consiglio direttivo e presentazione calendario eventi 2018

Lunedì scorso si sono tenute le elezioni del nuovo consiglio direttivo delle Contrade San Paolino che resterà in carica per i prossimi tre anni.

Vista la sempre crescente richiesta di impegno nell’organizzazione e il coordinamento delle nuove manifestazioni, la composizione del nuovo organo direttivo ha una vitale importanza per il raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Intervista su Il Tirreno per la raccolta firme

Venerdì mattina il nostro Maestro D'Arme Mauro Tolomei è stato contattato dalla redazione di Lucca de Il Tirreno per avere chiarimenti sulla petizione e il rilascio di una brevissima intervista.

L'articolo si chiude pensando al nostro prossimo grande evento di 8-9 settembre, quando a Lucca si svolgerà il campionato italiano del tiro con la balestra. «Ormai abbiamo paura che in Comune ci dicano che la piazza che chiediamo non è disponibile per questi eventi - di solito utilizziamo piazza Grande o piazza San Martino - ma il timore è che magari per quella data sia stato previsto un altro evento. Abbiamo già prenotato 700 posti in albergo per le 13 squadre che arriveranno in città e speriamo che non ci siano brutte sorprese».

Raccolta firme e invito a partecipare dal nostro maestro d’arme

GRAZIE!

Non credevamo che ripubblicare l'appello avrebbe portato così tante reazioni e condivisioni (più di 5700 visualizzazioni!)

Vogliamo fare di più! Abbiamo predisposto una campagna su change.org per contare le persone che davvero hanno a cuore questo tema, così da poter avere dei numeri a disposizione su un eventuale tavolo di incontro con i vertici del Lucca Summer Festival.

Vi preghiamo di sottoscrivere la petizione e condividerla con i vostri contatti!

Un appello per il Lucca Summer Festival nel rispetto dei Giorni di San Paolino

FIRMA LA PETIZIONE SU CHANGE.ORG

Come associazione di rievocazione storica di Lucca, che organizza la Luminara di San Paolino dell’11 Luglio, e ha partecipato fino al 2016 al Palio della Balestra di San Paolino del 12 Luglio, e che è interessata a mantenere vive le tradizioni lucchesi come la festa di San Paolino, della Luminara e del Palio delle balestre in onore dello Santo Paolino, non possiamo che ricondividere quanto pubblicato da Mauro Mazzoni sul proprio profilo Facebook.

Origini storiche dei terzieri di Lucca 🦅🦀🌙🧜‍

Intorno all’anno 1000 la maggior parte delle città italiane erano divise in regioni e la più comune era la divisione per porte. Lucca intorno alla metà dell’anno 1000 era divisa in cinque regioni, quattro portavano i nomi delle porte della città: S. Pietro, S. Gervasio, S. Donato e S. Frediano e una Porta di Borgo S. Frediano (attualmente Porta di Borgo).

Il 2017 del blog in pillole

L’anno è ormai agli sgoccioli, ed è tempo di raccogliere qualche statistica.

Il traffico è in costante leggero aumento, la cadenza con cui vengono pubblicati gli articoli comincia a dare i suoi frutti.

Il picco di Luglio coincide con la pubblicazione del comunicato stampa con cui si informava la cittadinanza della nostra esclusione dal Palio di San Paolino, con ben 484 visualizzazioni.

Seguono nella classifica delle pagine più consultate, quelle che contenevano i programmi delle due più grandi manifestazioni a cui abbiamo preso parte, rispettivamente quella della Luminara di San Paolino (189 visualizzazioni) e Pietrasanta Medievale (154 visualizzazioni).

Seguono a ruota gli articoli riguardo la costruzione del martinetto per le balestre da banco (87 visualizzazioni) e del concorso di fotografia indetto a inizio anno (79 visualizzazioni).

In sesta posizione, con enorme sorpresa, è l’articolo pubblicato da solo una settimana sul come abbiamo fatto per costruire una balestra (73 visualizzazioni), che sicuramente sarà destinato a salire nel corso del tempo.

Chiude la classifica dei post con più di 50 visualizzazioni, il post con i risultati del campionato nazionale LITAB 2017, tenutosi a Terra del Sole (60 visualizzazioni).

Il precedente post di statistiche era quello riguardante i primi 365 giorni del blog, il prossimo sarà per le due candeline!

Buon anno a tutti i lettori del blog!

Arrivano le balestre firmate San Paolino

Questo Natale resterà ben impresso ai 6 balestrieri dell’associazione Contrade San Paolino che hanno ricevuto la prima sfornata di balestre da banco interamente progettate e realizzate dall’associazione durante gli ultimi mesi di quest’anno.

Il primo prototipo ha visto la luce l’anno scorso, senza non pochi problemi come la reperibilità di professionisti con attrezzature e capacità necessarie a soddisfare le richieste di lavorazione. Tutti i pezzi realizzati sono stati progettati con simulazioni su software CAD prima di essere realizzati. Dopodiché i ripetuti test sul campo hanno via via perfezionato il prototipo che è arrivato ad avere caratteristiche uniche rispetto alle altre balestre ad oggi in uso.

Uno dei segreti è custodito nella scatola della leva di sgancio, che conferisce alla stessa una corsa di pochi millimetri che richiede al tiratore sforzi contenuti, riducendo la possibilità di errore durante le fasi finali di tiro. La realizzazione dei componenti in ferro è interamente realizzata con macchinari centesimaliall’avanguardia che li rendono tutti identici fra loro con precisione millimetrica e quindi facilmente sostituibili in caso di rottura o usura.

I tenieri in legno di noce sono trattati solo con olio di lino e gomma lacca, per cercare di coniugare la storicità con la semplicità in fase di realizzazione.

Gli archi sono stati prodotti in Umbria, grazie al rapporto di amicizia e collaborazione con la Compagnia Balestrieri Città di Montefalco.

La sicurezza è uno dei cardini del progetto: l’arco, che è da sempre soggetto a pericolose rotture, è costruito con acciai certificati idonei a sopportare le particolari sollecitazioni a cui è sottoposto durante ogni tiro ed è dotato di fasce di sicurezza per tutta la sua lunghezza. È inoltre presente una sicura regolabile in modo da evitare sganci non voluti.

L’associazione ha fortemente investito su questo progetto, che la porta nell’avanguardia della costruzione di balestre, potendo quindi contare solo su se stessa per armare e manutenere le armi dei propri associati, insieme al progetto dei martinetti, necessari al caricamento della balestra, e alle verrette, i dardi lanciati a più di 140 km/h verso il bersaglio.

image
image
image